Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro

Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro

http://cadutisullavoro.blogspot.it/

Presentazione osservatorio

Independent Observatory of Bologna who died on the job

Bologneser Unabhängige Beobachtungsstelle für die Toten bei der Arbeit

L'Osservatorio ha tantissimi visitatori statunitensi e tedeschi ed è per questo che lo presentiamo anche nelle loro lingue

Fondato dal metalmeccanico in pensione e pittore Carlo Soricelli è attivo dal 1° gennaio 2008 in ricordo di Antonio Schiavone, Roberto Scola, Angelo Laurino, Bruno Santino, Rocco Marzo, Rosario Rodinò, Giuseppe Demani. Sono i sette giovani operai della ThyssenKrupp di Torino, morti nella notte del 5/6 dicembre 2007. Dall'Osservatorio sono registrati e archiviati in appositi file i morti sui luoghi di lavoro del 2008/2009/2010/2011/2012/2013/2014/2015

per contatti carlo.soricelli@gmail.com

Morti sul lavoro 2015

27 aprile 2015

Dall’inizio dell’anno sono morti sui luoghi di lavoro 185 lavoratori, con le morti sulle strade e in itinere si superano i 380 morti complessivi. Occorre tenere presente che nelle statistiche delle morti sul lavoro e per lo Stato sono considerati morti sul lavoro anche i lavoratori che muoiono sulle strade e in itinere e che tantissime categorie e lavoratori in nero non rientrano nelle statistiche come morti sul lavoro. TENIAMO SEMPRE PRESENTE QUESTO ASPETTO QUANDO PARLIAMO DI QUESTE TRAGEDIE CHE SI TENDONO SEMPRE A SOTTOVALUTARE.

MORTI SUL LAVORO NELLE REGIONI E PROVINCE ITALIANE, I MORTI SULLE AUTOSTRADE E ALL’ESTERO NON SONO SEGNALATI A CARICO DELLE REGIONI.

Valle d'Aosta Aosta ( ).Piemonte(14) Torino (4), Alessandria (3), Asti (2), Biella , Cuneo (3), Novara (1) , Verbano-Cusio-Ossola (1) , Vercelli. Liguria(5) Genova (1) , Imperia (2) , La Spezia , Savona (2).Lombardia(22) Milano (6), Bergamo (3), Brescia (5), Como , Cremona (1), Lecco 0, Lodi , Mantova , Monza (1) , Brianza , Pavia (2), Sondrio (1) , Varese (3) .Trentino-Alto Adige (4)Trento (1), Bolzano (3).Veneto (19) Venezia (1), Belluno (2) , Padova (2), Rovigo (4), Treviso (4) , Verona (2), Vicenza (4) .Friuli-Venezia Giulia (5 ) Trieste , Gorizia , Pordenone (3) , Udine (2) .Emilia-Romagna(11) Bologna (1) . Forlì-Cesena (1) , Ferrara (1) , Modena (3) , Parma , Piacenza , Ravenna (2), Reggio Emilia (2), Rimini (1).Toscana ( 19) Firenze (2) , Arezzo (2) , Grosseto (3) , Livorno (2), Lucca (2), Massa Carrara (2) , Pisa (2), Pistoia (1) , Siena (1) Prato (2). Marche (4) Ancona (1), Macerata, Fermo (1) , Pesaro-Urbino (1), Ascoli Piceno (1) .Umbria (4) Perugia (3) Terni (1) . Lazio (10) Roma (3) Frosinone (3) , Latina , Rieti (1), Viterbo (3).Abruzzo (6) L'Aquila (3), Chieti (2), Pescara , Teramo(1). Molise(2) Campobasso (1) , Isernia (1).Campania(12) Napoli (3), Avellino (2), Benevento , Caserta (1), Salerno (6).Puglia (4 ) Bari , BAT (1) , Brindisi (1) , Foggia , Lecce (1), Taranto (1) .Basilicata (1) Potenza (1) , Matera .Calabria (3) Catanzaro (2) , Cosenza (1), Crotone , Reggio Calabria , Vibo Valentia .Sicilia(11) Palermo (1), Agrigento (1), Caltanissetta , Catania , Enna , Messina (2), Ragusa (2) , Siracusa (1) , Trapani(4). Sardegna (3) Cagliari (1), Carbonia-Iglesias (1) , Medio Campidano (1), Nuoro , Ogliastra , Olbia-Tempio, Oristano , Sassari. I lavoratori morti sulle autostrade, all’estero e in mare non sono segnalati a carico delle province.

Bottiglie sangue d'agricoltore e foto con lutto al braccio

Bottiglie sangue d'agricoltore e foto con lutto al braccio
. LA STRAGE DI AGRICOLTORI SCHIACCIATI DAL TRATTORE E' INARRESTABILE E CHI CI GOVERNA NON S’INTERESSI A QUESTE TRAGEDIE. Già morti 33 agricoltori schiacciati dal trattore nel 2015,. Più altri due agricoltori con altri mezzi agricoli, Come nel 2014 abbiamo mandato a febbraio una mail a Renzi, Poletti e Martina avvertendoli dell’imminente strage, chiedendo loro di fare una campagna informativa sulla pericolosità del mezzo, senza naturalmente ottenere nessuna risposta. Foto con il lutto al braccio per il 1° maggio. Cari visitatori del blog, per chi fosse interessato, è in vendita una marca di vino rosso da collezione del 2014 che si chiama "Sangue d'agricoltore schiacciato dal trattore". Sono disponibili 152 bottiglie, lo stesso numero di morti schiacciati dal trattore in Italia nel 2014. Bottiglie che saranno tutte numerate e firmate da me. Le prime tre saranno donate al Primo Ministro Renzi, al Ministro del Lavoro Poletti e al Ministro delle Politiche Agricole Martina, che ricevendo un allarme sull'imminente strage il 28 febbraio 2014 dall'Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro non si sono nemmeno degnati di rispondere alla mail che chiedeva loro di fare una campagna informativa sulla pericolosità del mezzo. Chiederò di poter esporre qualcuna di queste bottiglie all'EXPO che come sappiamo si occupa delle eccellenze agroalimentari, Il mondo sarà stupito da questo meraviglioso vino rosso prodotto dagli agricoltori italiani. Per prenotazioni mandatemi una mail. Naturalmente è una provocazione. Tra poco più di un mese ricomincerà la stessa carneficina che si potrebbe ridurre tantissimo se si facesse una campagna informativa sulla pericolosità del mezzo. Chiedo a tutti i visitatori che hanno parenti e amici che lavorano la terra di sensibilizzarli sulla pericolosità del mezzo. Che il trattore uccide con la massima facilità e procura infortuni gravissimi e invalidanti.

Primo maggio con il lutto al braccio

Primo maggio con il lutto al braccio
Per adesioni mandare una mail a carlo.soricelli@gmail.com

Translate (traduci nella tua lingua)

Flavio Insinna recita la poesia "morti bianche" su radio 2

Flavio Insinna recita la poesia di Carlo Soricelli "morti bianche" su radio 2

Morti bianche


Chiamatele pure morti bianche.
Ma non è il bianco dell’innocenza
non è il bianco della purezza
non è il bianco candido di una nevicata in montagna
E’il bianco di un lenzuolo, di mille lenzuoli
che ogni anno coprono sguardi fissi nel vuoto
occhi spalancati dal terrore
dalla consapevolezza che la vita sta scappando via.
Un attimo eterno che toglie ogni speranza
l’attimo di una caduta da diversi metri
dell’esalazione che toglie l’aria nei polmoni
del trattore senza protezioni che sta schiacciando
dell’impatto sulla strada verso il lavoro
del frastuono dell’esplosione che lacera la carne
di una scarica elettrica che paralizza il cuore.
E’ un bianco che copre le nostre coscienze
e il corpo martoriato di un lavoratore
E’ il bianco di un tramonto livido e nebbioso
di una vita che si spegne lontana dagli affetti
di lacrime e disperazione per chi rimane.
Anche quest’anno oltre mille morti
vite coperte da un lenzuolo bianco.
Bianco ipocrita che copre sangue rosso
e il nero sporco di una democrazia per pochi.
Vite perse per pochi euro al mese
da chi è spesso solo moderno schiavo.
Carlo Soricelli


L'Osservatorio Indipendente di Bologna è su Facebook

Osservatorio indipendente di Bologna Facebook

Diventa amico, clicca "mi piace" dai il tuo contributo per far comprendere l'entità del triste fenomeno e fallo conoscere ai tuoi amici. Segnala l'Osservatorio indipendente di Bologna sulla tua pagina di Facebook

http://www.facebook.com/osservatorioindipendente?v=wall

Twitter

https://twitter.com/@pittorecarlosor

Carlo Soricelli facebook

http://www.facebook.com/profile.php?id=1122566828


Una poesia in memoria dei sette lavoratori della Thyssenkrupp
morti nel 2007 a Torino

Il cuore rimasto in Fabbrica
anche adesso che ho raggiunto la pensione
Sognavamo il cielo ma da decenni è sempre più lontano
Il silenzio e la solitudine circondano la mia Fabbrica
e tutte le fabbriche d'Italia
La classe operaia non è più centrale
e il paradiso è diventato inferno
di fiamme di fuoco e d'olio bruciato
di operai sfiniti che fanno notizia solo quando diventano torce umane
Operai sfruttati come non è successo mai
Il silenzio e la solitudine circondano la mia Fabbrica
e tutte le fabbriche d'Italia
Anche il nostro bravo Presidente
urla instancabile le morti sul lavoro
ma anche le sue sono urla impotenti
Addio Compagni di fatica, di sogni e d'ideali
Bagnati dalle nostre lacrime riposate in pace.

Carlo Soricelli brevi cenni biografici

Tecnico metalmeccanico in pensione. Ha aperto l’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro il 1° gennaio 2008 pochi giorni dopo la tragedia della ThyssenKrupp di Torino, dopo aver visto che non era possibile trovare sul Web notizie in tempo reale sulle morti sul lavoro. Considera l’attività di volontario dell’Osservatorio come una naturale evoluzione della sua attività di artista

E’ pittore-scultore da oltre quaranta anni, Ha sempre creato opere a contenuto sociale.. Ha esposto con personali con Antonio Ligabue e Cesare Zavattini e ha all’attivo oltre settanta mostre, è presente con opere in diversi musei.

Ha creato per primo al mondo, da vent’anni la “pittura pranica”, la pittura che interagisce con l’osservatore e che “guarisce” numerose patologie, soprattutto dolorose. Ha creato il “Rifiutismo” corrente pittorica dove gli oggetti che l’uomo considera rifiuti assumono una dimensione senza tempo. Ha scritto sei libri

Siti di Soricelli


lunedì 27 aprile 2015

SEI AGRICOLTORI SCHIACCIATI DAL TRATTORE IN QUESTA ULTIMA SETTIMANA E 33 DALL'INIZIO DELL'ANNO.

CON LA MORTE DELL'AGRICOLTRE SCHIACCIATO DAL TRATTORE IERI IN PROVINCIA DI CUNEO SONO SEI MORTI COSI' ATROCEMENTE IN QUESTA ULTIMA SETTIMANA. E 33 DALL'INIZIO DELL'ANNO. L'ANNO SCORSO BEN 152 E CON CHI CI GOVERNA AVVERTITI PER TEMPO QUEST'ANNO E ANCHE NEL 2014, E SENZA VEDERE SPENDERE NEPPURE UNA PAROLA CONTRO QUESTA CARNEFICINA

domenica 26 aprile 2015

25 aprile tragico per le morti sul lavoro

25 Anche il 25 Aprile, un giorno di Festa moto significativo, non salva la vita di chi lavora. E' questa la nuova resistenza contro i barbari e i potenti che non usano più le armi ma il potere mediatico e e economico. Sono morti altri due agricoltroi schiacciati dal trattore: le due vttime in provincia di Teramo dove è morto Vincenzo Coccia e in provincia di Trapani che vede il secondo agricoltore schiacciato dal trattore in 3 giorni, dopo la morte di Giovanni Cicirello morto il 21 aprile ieri è morto ancora così atrocemente Vinceno catalano. Le altre due vittime in provincia di Pescara dove è morto un edile di 60 anni e in provinci di BAT dove un dipendente dell'Italgas è morto nella Provincia i Barletta-Adria e Trani mentre cercava di intervenire per una fuga di gas. Lo scoppio ha anche provocato innumerevoli i feriti mentre cercavano di aggiustare il guasto.

venerdì 24 aprile 2015

Un altro edile è morto in provincia di Napoli, non risulta nell'organico della ditta per cui lavorava. Era assicurato?

NAPOLI, 24 APR E' morto un operaio di 53 anni per una scarica elettrica che stava eseguendo lavori di manutenzione in un cantiere edile di Pozzuoli. La vittima stava lavorando vicino ad una macchina impastatrice. A scoprirlo, nella tarda mattina, alcuni colleghi di lavoro. Inutile l'intervento del 118. Dalle prime indagini della polizia non risulta inquadrato nell'organico della ditta esecutrice dei lavori di manutenzione. Allora per l'ennisima volta ci chiediamo era in regola o lavorava in nero come tantisismi che poi s'infortuniano e non denunciano per non perdere il lavoro.

La strage di agricoltori e non solo continua. Anche l'opposizione fa solo "ammuina" su questioni spesso ridicole, ma sulla vita di chi lavora non spendono una parola.

Altri 3 lavoratori morti di cui 2 agricoltori schiacciati dal trattore una strage infinita che comunque rende vani i nostri allarmi e i nostri sforzi per sensibilizzare che avrebbe il dovere d'occuparsene. L'EXPO non può essere solo quello delle multinazionali del cibo che pubblicizzano i loro prodotti, ma esiste anche l'uomo e l'agricoltore che crea questa ricchezza e il benessere per tutti noi. E' assurdo e disumano per chi ci governa non occuparsi di questo e oltretutto dopo essere stati avverti prima dell'imminente strage in questi ultimi due anni. E l'opposizione cosa fa? NIENTE, non spende neppure una parola. Fanno casino soprattutto quando toccano le loro poltrone ma sulla vita di chi lavora anche loro non spendono neppure una parola. Vergogna anche a loro e in questo loro ci metto tutti, da destra a sinistra. Ma ormai è inutile parlare nel deserto dei cuori di questa gente. Noi il 1° maggio porteremo il lutto al braccio, contro questa indifferenza. Sull'EXPO, inaugurato per ironia della sorte proprio il giorno della Festa di chi lavora scorre il sangue dei nostri lavoratori della terra. Gli ultimi due sono morti ieri in provincia di Grosseto e Potenza. Mentre un altro lavoratore è morto schiacciato da un palet nel porto di Savona

martedì 21 aprile 2015

MORTI DALL'INIZIO DELL'ANNO 28 AGRICOLTORI SCHIACCIATI DAL TRATTORE. l'ULTIMO IERI A ALCAMO DI TRAPANI

Trapani 21 aprile 2015. E' morto a Alcamo schiacciato dal trattore Giuseppe Cicirello di 50 anni. Sono già 28 i morti schiacciati dal trattore dall'inizio dell'anno e questo nonostante i ministri competenti sono stati avvertiti per tempo. Una strage dell'indifferenza. Ma è come parlare alle pietre del deserto

lunedì 20 aprile 2015

Continua l'impressionante sequenza di morti sul lavoro anche oggi

Apprendiamo oggi della morte di altri 3 lavoratori e un altro è morto anche ieri che era domenica in provincia di Frosinone. 20 aprile 2015 In provincia di Perugia, a Spoleto per l'esattezza è morto un vivaista schiacciato da un ramo dell'albero che stava tagliando In provincia di Rovigo è morto in modo orribile Matteo terga di soli 42 anni schiacciato da una pressa in una'azienda In provincia di Asti, il proprietario di una segheria è rimasto schiacciato da un camion in manovra. La vittima Aldo Aresca aveva settant'anni. ieri in provincia di Frosinone è morto Mario Marrano un autotrasportatore: la vittima è rimasto schiacciato da un carrello

domenica 19 aprile 2015

E morti e morti, e morti e morti......

FIRENZE 18 APRILE 2015 e' morto l'architetto Michele Vannelli di 48 anni e i familiari hanno donato gli organi. Vannelli era è caduto da un'altezza di tre metri mentre stava eseguendo dei lavori su un'impalcatura a tre metri d'altezza in un'azienda di Stabbia di Cerreto Guidi. Vannelli si è spento nella rianimazione dell'ospedale fiorentino di Careggi in tarda mattinata, dopo un aggravarsi del quadro clinico nelle ore precedenti. Genova 17 aprile E' morto in mofo orribile Salvatore Longo a 43 anni. Longo era un operaio e lavorava in una cava sulle alture di Sestri Ponente: il suo cuore si è fermato all’ospedale San Martino, dove era stato trasferito d’urgenza nel tardo pomeriggio di ieri.Su quanto accaduto è stata aperta un’inchiesta da parte della Asl: stando alle prime ricostruzioni, Longo è morto sarebbe stato agganciato da un nastro trasportatore che gli ha intrappolato il braccio stritolandoglielo e causandogli gravissime ferite in tutto il corpo. I compagni di lavoro hanno chiamato l’ambulanza, è stato intubato e trasferito al pronto soccorso del San Martino,Ma le gravissime ferite non gli hanno dato scampo. Pistoia 17 APRILE 2015 - Un agricoltore di 48 anni è rimasto schiacciato dal trattore che guidava. La vittima di cui non si conosce l'identità stava eseguendo dei lavori in un terreno in pendenza, ma nessuno si era accorto della tragedia. Solo nel pomeriggio dei boscaioli lo hanno trovato senza vita, incastrato fra il mezzo agricolo e un albero. Per recuperare il corpo è stato necessario l'intervento dei pompieri, ha comunicato oggi la polizia, specificando che le cause dell'incidente non sono ancora state chiarite. Siamo già a 27 morti così orribilmente dall'inizio dell'anno e nulla fa sperare in un miglioramento rispetto al 2014.