morti sul lavoro

Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro

L’unico sito in Italia che monitora in tempo reale i morti sul lavoro, attivo dal 1° gennaio 2008

Curatore Carlo Soricelli pittore

Su Facebook

https://www.facebook.com/carlo.soricelli

https://www.facebook.com/osservatorioindipendente/

https://www.instagram.com/pittorepranico/channel/?hl=it

23 luglio

Dall'inizio dell’anno sono morti 807 lavoratori (compresi i morti sulle strade e in itinere) di questi 394 lavoratori morti sui luoghi di lavoro 89 sono stati schiacciati dal trattore. 189 morti guidando questo mezzo da quando è nato il nuovo governo a giugno 2018. N.B I dieci lavoratori morti nella tragedia aerea in Etiopia non sono conteggiati come morti sui luoghi di lavoro

https://www.facebook.com/osservatorioindipendente/

Aperto il 1° gennaio 2008 in memoria dei sette operai della Thyssenkrupp di Torino morti poche settimane prima

Non segnalati nelle Province e Regioni i morti in autostrada, chi lavorava all’estero e i lavoratori morti sulle strade e in itinere che sono a parte, visto che per la prevenzione richiedono interventi completamente diversi e mirati rispetto ai lavoratori che muoiono sui luoghi di lavoro.

Lombardia 46 Milano (10), Bergamo (9), Brescia (7), Como (7), Cremona (1), Lecco (2), Lodi (1), Mantova (3), Monza Brianza (9), Pavia (1), Sondrio (), Varese (2) CAMPANIA 44 Napoli (11), Avellino (13), Benevento (4), Caserta (9), Salerno (7).) SICILIA 31Palermo (11), Agrigento (6), Caltanissetta (1), Catania (4), Enna (), Messina (2), Ragusa (1), Siracusa (2), Trapani‎ (4 LAZIO 28 Roma (17), Viterbo (5) Frosinone (5) Latina () Rieti (1) PIEMONTE 27 Torino (12), Alessandria (6), Asti (), Biella (), Cuneo (7), Novara (2), Verbano-Cusio-Ossola () Vercelli PUGLIA 26 Bari (5), BAT (3), Brindisi (1), Foggia (11), Lecce (4) Taranto (1) TOSCANA 22Firenze (3), Arezzo (1), Grosseto (6), Livorno (2), Lucca (1), Massa Carrara (1), Pisa‎ (5), Pistoia (2), Siena (1) Prato (). ) VENETO 25 Venezia (2), Belluno (), Padova‎ (3), Rovigo (2), Treviso (2), Verona (11), Vicenza (5) EMILIA ROMAGNA 18 Bologna (3), Rimini (). Ferrara (1) Forlì Cesena (1) Modena (2) Parma (5) Ravenna () Reggio Emilia (3) Piacenza (3). (TRENTINO ALTO ADIGE 16Trento (7) Bolzano (9). BASILICATA 12 Potenza (4) Matera (8). ) ABRUZZO 10 L'Aquila (), Chieti (5), Pescara (3) Teramo (1). FRIULI VENEZIA GIULIA 8. Trieste (2), Gorizia (1), Pordenone (2), Udine (2). CALABRIA 8 Catanzaro (1), Cosenza (1), Crotone (2) Reggio Calabria (1) Vibo Valentia (3) MARCHE 7 Ancona (), Macerata (4), Fermo (1), Pesaro-Urbino (2), Ascoli Piceno). SARDEGNA 7 Cagliari (4), Carbonia-Iglesias (), Medio Campidano (), Nuoro (), Ogliastra (), Olbia-Tempio (1), Oristano (), Sassari (1). Sulcis iglesiente UMBRIA 7 Perugia (7) Terni () LIGURIA 6 Genova (2), Imperia (1), La Spezia (1), Savona (2) Molise 5 Campobasso (4), Isernia (1. () VALLE D’AOSTA 3

Presentazione

L’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro ha iniziato il 1° gennaio 2019 il dodicesimo anno di monitoraggio delle morti, l’archivio delle morti sul lavoro è a disposizione, su richiesta a studiosi interessati al fenomeno

Per contatti mail carlo.soricelli@gmail.com

Aperto il 1° gennaio 2008 dal metalmeccanico in pensione e artista sociale Carlo Soricelli per ricordare i sette lavoratori della Thyssenkrupp di Torino morti poche settimane prima bruciati vivi.

La storia. Poco dopo l’una di notte del 6 dicembre, sulla linea 5 dell’acciaieria di Torino sette operai vengono investiti da una fuoriuscita di olio bollente, che prende fuoco. I colleghi chiamano i vigili del fuoco, all’1.15 arrivano le ambulanze del 118, i feriti vengono trasferiti in ospedale. Alle 4 del mattino muore il primo operaio, si chiamava Antonio Schiavone. Nei giorni che seguiranno, dal 7 al 30 dicembre 2007, moriranno tra atroci sofferenze a causa dall’olio bollente che ne aveva devastati i corpi: si chiamavano Giuseppe Demasi, Angelo Laurino, Roberto Scola, Rosario Rodinò, Rocco Marzo e Bruno Santino.

L’Osservatorio ha registrate le morti sui luoghi di lavoro di tutti i lavoratori morti dal 1° gennaio 2008

Grazie agli innumerevoli visitatori del sito che ogni giorno lo visitano a centinaia, a volte a migliaia. Tantissimi anche dall’estero: Segnala l'Osservatorio indipendente sulla tua pagina di Facebook

http://www.facebook.com/osservatorioindipendente?v=wall

Grazie amici di facebook che a giorni anche a migliaia visitate questo sito

Flavio Insinna recita la poesia di Carlo Soricelli "Morti Bianche"

Flavio Insinna recita la poesia di Carlo Soricelli "Morti Bianche"

Santo Della Volpe con Carlo Soricelli

Santo Della Volpe con Carlo Soricelli
Santo Della Volpe con Carlo Soricelli. Abbiamo deciso di dedicare questo osservatorio indipendente anche al grande giornalista Santo Della Volpe scomparso da poco. Da quando è aperto, abbiamo constatato quanto ha fatto per far comprendere agli italiani le vere dimensioni delle tragedie degli infortuni sul lavoro, del dramma dei familiari che hanno perso così tragicamente un loro Caro, delle morti provocate dall’amianto e di tutte le problematiche del mondo del lavoro. Grazie Santo

Carlo Soricelli attività artistica

Carlo Soricelli brevi cenni biografici

Tecnico metalmeccanico in pensione. Ha aperto l’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro il 1° gennaio 2008 pochi giorni dopo la tragedia della ThyssenKrupp di Torino, dopo aver visto che non era possibile trovare sul Web notizie in tempo reale sulle morti sul lavoro. Considera l’attività di volontario dell’Osservatorio come una naturale evoluzione della sua attività di artista

E’ pittore-scultore da oltre quarant’anni, Ha sempre creato opere a contenuto sociale.. Ha esposto con personali con Antonio Ligabue e Cesare Zavattini e ha all’attivo oltre settanta mostre, è presente con opere in diversi musei.

Ha creato per primo al mondo, da vent’anni la “pittura pranica”, la pittura che interagisce con l’osservatore e che “guarisce” numerose patologie, soprattutto dolorose. Ha creato il “Rifiutismo” corrente pittorica dove gli oggetti che l’uomo considera rifiuti assumono una dimensione senza tempo. Ha scritto sei libri.

Qui sotto i siti di Soricelli

Translate (traduci nella tua lingua)

martedì 30 settembre 2008

E' MORTO BATOLOMEO MORELLO NELL'ISOLA DI PANTELLERIA (TRAPANI)



PANTELLERIA(PANTELLERIA) 30 SET

E' MORTO BARTOLOMEO MORELLO 64 anni, BARTOLOMEO e' morto nell'isola di Pantelleria mentre stava lavorando in una cava. L'uomo si trovava alla guida di una pala meccanica quando il mezzo, per cause ancora da accertare da parte dei carabinieri, si e' ribaltato. Morello e' deceduto sul colpo

lunedì 29 settembre 2008

E' MORTO ANGELO CALCINA IMPRENDITORE DI 38 ANNI DI OLBIA


OLBIa 27 settembre

È MORTO ANGELO CALCINA. ANGELO IMPRENDITORE PROPRIETARIO della ditta Edilcar. Pir è precipitato da una altezza di oltre tre metri ed è morto sul colpo. Sabato ANGELO CALCINA, intorno alle 11, si trovava sul tetto di un capannone industriale a Santa Mariedda, periferia di Olbia. La sua ditta era impegnata nell'impermeabilizzazione del tetto del capannone. Secondo una prima ricostruzione, parte del tetto, per cause ancora da accertare, ha ceduto improvvisamente facendo precipitare l'uomo. Sul posto sono intervenuti i volontari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

giovedì 25 settembre 2008

SONO MORTI FRANCESCO ALIGHIERI E GABRIELE ROSSI DUE AGENTI DI POLIZIA CHE LAVORAVANO A VILLA LITERNO CASERT , E' MORTO UN OPERAIO DI 55 ANNI A ROVIGO


E' MORTO FRANCESCO ALIGHIERI . E' MORTO GABRIELE ROSSI SONO DUE AGENTI DI POLIZIA MENTRE INSEGUIVANO UNA PANDA FUGGITA AD UN POSTO DI BLOCCO A VILLA LITERNO CASERTA. Questa mattina una Panda ha forzato un posto di blocco a Villa Linterno nel casertano. Gli agenti si sono lanciati subito all'inseguimento ma l'auto delle forze dell'ordine è sbandata e uscita fuori strada ribaltandosi.
Uno dei due, Francesco Alighieri, è morto quasi subito, l'altro Gabriele Rossi era stato ricoverato d'urgenza in gravi condizioni ma non ce l'ha fatta. Un terzo è rimasto ferito in modo molto serio e si teme per la sua vita.
Alighieri era arrivato da Torino fra i rinforzi previsti per combattere l'"emergenza camorra". In tutta la zona del casertano da giorni ci sono posti di blocco ovunque per cercare di fermare gli autori della strage degli immigrati del 18 settembre a Castel Volturno, che è in provincia di Caserta. Dopo l'arresto di uno di loro, il 22, si era intensificato il lavoro degli investigatori e delle forze dell'ordine per stringere la rete intorno ai 5 killer.
La Panda è stata ritrovata abbandonata poche ore dopo, a Giugliano, sul confine delle provincia di Napoli e Caserta, ora le indagini sono affidate alla polizia stradale. Sul posto sono giunti il questore di Caserta Carmelo Casabona e Francesco Gratteri della direzione anticrimine.


ROVIGO 25 SETTEMBRE

Genova, 26 set. -

E' MORTO UN AGENTE DI POLIZIA di 36 anni . D.P E' MORTO QUESTA NATTE dopo essere stato raggiunto da una coltellata che gli ha perforato il polmone. L'agente era intervenuto in una abitazione del quartiere Pontedecimo dove vive D. P., 26 anni, infermo di mente. Il ragazzo stava discutendo con i genitori e dopo un momento di dialogo con gli agenti delle due pattuglie del reparto prevenzione crimine ha impugnato il coltello scagliandosi contro l'agente.




E' MORTO ALDO BRUNI UN OPERAIO DI 55 ANNI SCHIACCIATO DA UN PALO DELLA LUCE A ROVIGO. L'incidente è avvenuto nel pomeriggio mentre l'operaio, insieme ad altri colleghi, era intento all'installazione di alcuni pali per l'illuminazione. Sulle modalità dell'incidente stanno indagando i carabinieri di Rovigo.

mercoledì 24 settembre 2008

E' MORTO FABRIZIO MATERAZZO A SOLI 24 ANNI. E' MORTO UN OPERAIO A FIUMESANTO SASSARI.


SASSARI, 24 SET
E' MORTO UN OPERAIO di 38 anni, a Fiumesanto (Sassari) cadendo da un'impalcatura di 20 metri. L'incidente e' avvenuto nel cantiere della Terna, la societa' per la trasmissione dell'energia in Italia, che sta realizzando la posa del cavo sottomarino Sapei che colleghera' la Sardegna e il Lazio dal 2009. L'impatto con il terreno e' stato devastante, l'uomo e' morto sul colpo: inutile l'intervento dell'ambulanza del 118.

SALERNO 24 SET

E' MORTO FABRIZIO MATERAZZO OPERAIO DI 24 ANNI, di Campagna (Salerno), e' morto in un incidente in un pastificio nella zona industriale di Salerno. Da quanto si e' finora appreso il giovane era alla guida di un muletto che, per cause in corso di accertamento, si e' capovolto. FABRIZIO e' rimasto schiacciato dal mezzo. Soccorso dal alcuni compagni di lavoro, e' stato portato in ospedale. Vani pero' i tentativi di rianimarlo. Sulla vicenda indaga la questura di Salerno.

lunedì 22 settembre 2008

OMAGGIO ALLE MADRI CHE PIANGONO I FIGLI MORTI DI LAVORO (MADONNA OPERAIA)


MADRE
DONNA
DAI L'AMORE
IL PIU' PROFONDO

E' MORTO UN MURATORE A MURANO VENEZIA. E' MORTO UN OPERAIO SULL'A 1 A PONTECORVO FROSINONE


E' MORTO UN OPERAIO SULL'AUTOSOLE A PONTECORVO NEL FRUSINATE
FROSINONE, 22 SET - Tre operai che stavano pulendo le sterpaglie lungo la A1 a Pontecorvo, nel Frusinate, sono stati investiti da un camion, uno e' morto. L'incidente e' avvenuto a circa un chilometro dall'uscita di Pontecorvo in direzione Napoli. Il servizio autostrade raccomanda agli automobilisti di fare attenzione alle segnaletiche sia orizzontali che verticali e esprime cordoglio ai familiari dell'operaio deceduto.


22 settembre VENEZIA - E' MORTO UN OPERAIO A MURANO Sono stranieri dell'est Europa, secondo i primi accertamenti delle forze dell'ordine, gli operai - uno deceduto e tre feriti, di cui uno in modo molto lieve - coinvolti nel crollo di parte di un muro di un edificio all' isola di Murano a Venezia. La vittima e i due feriti gravi sarebbero ucraini. Sul posto, Spisal e forze dell'ordine stanno svolgendo accertamenti sulla regolarita' del loro rapporto di lavoro con la ditta o le ditte che stavano operando nell'area del crollo. Sul posto stanno ancora operando due squadre dei vigili del fuoco di Venezia con il gruppo crolli da Mestre che stanno continuando a scandagliare le macerie, con il supporto di unita' cinofile e del gruppo boschivi per accertare on via precauzionale che non vi siano sotto altre persone. I carabinieri stanno ascoltando diversi testimoni, per capire da quanto i lavoratori erano sul posto e a cosa stavano lavorando. Il muro, lungo una trentina di metri e alto dieci, era parte dell'ala di una palazzina in ristrutturazione. Tutta la zona delle Vecchia Conterie, gli ampi capannoni dove venivano realizzate le perle di Murano, in questo periodo e' in fase di recupero: diverse ditte vi si sono gia' insediate, altre aree acquisiranno nuova destinazione. Nell'edificio crollato, secondo alcuni negozianti della zona, sarebbe previsto un nuovo albergo.
Due dei tre muratori rimasti feriti a Murano dal crollo di un muro, secondo fonti mediche, hanno riportato traumi cranici e contusioni in varie parti del corpo. Dopo un primo accertamento al pronto Soccorso dell'ospedale di Venezia, sui due, pare ucraini, sono in corso esami piu' approfonditi per capire se hanno subito anche lesioni interne. I medici non hanno ancora emesso una prognosi, ma i due muratori non sarebbero in pericolo di vita. Un terzo lavoratore rimasto coinvolto nel crollo ha riportato invece traumi distorsivi ad una caviglia, oltre a escoriazioni varie.

mercoledì 17 settembre 2008

E' MORTO UN OPERAIO DI 49 ANNI A OSTELLATO DI FERRARA


- MADRID, 17 SET -
E' MORTO UN OPERAIO ITALIANO IN UNA PIATTAFORMA MARINA IN ACQUE ALGERINE.Tre morti, tra cui un italiano: e' il bilancio di un incidente avvenuto oggi a bordo di una piattaforma Saipem in acque algerine. Lo si e' appreso da fonti dell'ambasciata italiana a Madrid. La notizia dell'incidente e' stata data dai media spagnoli. Si contano anche tre feriti. L'incidente e' avvenuto nel 'cantiere' marittimo per la costruzione del gasdotto Medgaz fra Algeria e Spagna, a poca distanza delle coste spagnole di Almeria, dove le tre salme sono state trasportate.

E' MORTO UN ARTIGIANO DI 49 ANNI A OSTELLATO DI FERRARA . E' MORTO MENTRE stava lavorando alla copertura del tetto di un capannone e' caduto da un'altezza di circa 8 metri. La vittima e' un artigiano edile di 49 anni che, insieme al suo socio,stava facendo dei lavori, di ristrutturazione. Mentre stava lavorando il tetto del capannone ha ceduto. Il primo a soccorrerlo e' stato il suo socio, che ha chiamato il 118. L'artigiano e' morto durante il tragitto all'ospedale.

lunedì 15 settembre 2008

E' MORTO MARIO BERGAMO VAL DI NON. E' MORTO UN OPERAIO A 22 ANNI A DEZZO DI SCALVE COLERE BERGAMO. E' MORTO UN ANZIANO PESCATORE AL LARGO DI LIVORNO


BERGAMO, 15 SET -
E' MORTO UN OPERAIO A SOLI 22 ANNI NEL BERGAMASCO. IL RAGAZZO e' precipitato a bordo di una betoniera in un burrone per circa venti metri ed e' morto sul colpo. L'incidente e' avvenuto a Dezzo di Scalve, una frazione di Colere, nel Bergamasco. Il giovane, dipendente di una ditta milanese di calcestruzzi, era alla guida del veicolo lungo la Strada provinciale 56. Dopo una galleria, all'ingresso del paese, l'operaio ha perso il controllo del mezzo, che e' uscito dalla carreggiata ed e' precipitato nel vuoto.

LIVORNO 15 SET
E' MORTO UN PESCATORE AL LARGO DI LIVORNO Un anziano pescatore e' stato trovato morto al largo della costa di Livorno.Il gozzo sul quale si trovava si sarebbe ribaltato e spaccato. Poi sarebbe in parte affondato. L'allarme e' stato lanciato dalla famiglia del pescatore che, intorno all'ora di pranzo, non vedendolo rientrare, ha avvertito i vigili del fuoco del distaccamento del porto di Livorno. L'uomo aveva circa 70 anni e, come spesso faceva, era uscito in mare di prima mattina.





Trento, 15 set.


E' MORTO MARIO BERGAMO DI 64 ANNI SCHIACCIATO DAL MULETTO. Si e' verificato nel comune di Nanno, in Val di Non, dove ha perso la vita l'agricoltore 64enne del luogo Mario Bergamo, rimasto schiacciato sotto il pesante muletto meccanico montato sul suo trattore.

venerdì 12 settembre 2008

E' MORTO UN OPERAIO FOLGORATO QUESTA MATTINA A DOGANELLA DI NINFA CISTERNA LATINA


LATINA, 12 SET

E' MORTO UN OPERAIO DI 49 ANNI FOLGORATO QUESTA MATTINA mentre lavorava in un'azienda agricola che coltiva kiwi vicino a Latina. L'incidente e' avvenuto a Doganella di Ninfa, poco lontano da Cisterna. Secondo le prime informazioni l'operaio, originario di Sabaudia (Latina) e' rimasto folgorato dai cavi dell'alta tensione mentre raccoglieva frutta. Immediato il trasporto in ospedale, dove e' morto poco dopo l'arrivo.

giovedì 11 settembre 2008

E' MORTO UN AGRICOLTORE SCHIACCIATO DAL TRATTORE KILLER A SAN GIOVANALE DI PEVERAGNO. E' MORTO UN IMPRENDITORE A DRAGONA


ROMA, 11 SET -
E' MORTO UN IMPRENDITORE titolare di una piccola impresa edile che ieri era stato investito da un operaio con una ruspa, a Dragona. Il giovane era stato portato in ospedale dove dopo qualche ora e' deceduto. 'La tragedia - commenta il segretario generale della Fillea Cgil Roma Ovest, Walter Fadda -
E' MORTO UN OPERAIO ALBANESE DI 60 ANN. L'OPERAIO haperso la vita giovedì pomeriggio dopo essere stato investito da un automezzo in retromarcia condotto da un collega all'interno di un'azienda che si occupa di stoccaggio e riciclaggio di materiali usati.

E' MORTO UN AGRICOLTORE DI 83 ANNI SCHIACCIATO DAL KILLER DEGLI AGRICOLTORI, IL TRATTORE;

E' avvenuta probabilmente per distrazione ma anche perche' non erano s
Un agricoltore di 83 anni e' morto oggi a San Giovenale di Peveragno, in provincia di Cuneo, dopo essere stato travolto dal suo trattore.

L'incidente e' accaduto poco dopo le 12, in un terreno adiacente all'abitazione dell'uomo. Secondo le prime informazioni, l'anziano ha fermato il trattore ed e' sceso per svolgere dei lavori a mano nel campo.
L'uomo, pero', si sarebbe dimenticato di mettere il freno al mezzo agricolo che si e' mosso a causa della pendenza del terreno. L'anziano e' stato travolto dal trattore ed e' morto poco piu' tardi.tate rispettate tutte le norme di sicurezza'.

mercoledì 10 settembre 2008

E' MORTO OGGI TRA ATROCI SOFFERENZE AGOSTINO BORDELLI L'OPERAIO COINVOLTO IN UN INFORTUNIO IERI





GROSSETO, 10 SET-
E' MORTO AGOSTINO BORDELLI L'OPERAIO RIMASTO COINVOLTO IERI IN UN GRAVE INFORTUNIO SUL LAVORO. E' MORTO dopo 24 ore di agonia l' operaio edile di 60 anni coinvolto in un incidente sul lavoro ieri mattina a Grosseto. Il decesso e' avvenuto questa mattina al Policlinico Le Scotte di Siena. L'uomo era ricoverato in neurochirurgia. L'incidente e' avvenuto mentre l'operaio si trovava su un piccolo ponteggio mobile per la copertura di una piscina in un agriturismo in localita' Casa Migliorini, nel comune di Campagnatico.

martedì 9 settembre 2008

E' MORTO FRANCO MARAZZI A MODENA. E' MORTO UN OPERAIO A RENDE DI COSENZA




- RENDE (COSENZA), 9 SET -


E' MORTO ROSARIO RUFFOLO  OPERAIO DI RENDE
  ROSARIO
 e' morto in un incidente sul lavoro a Rende. ROSARIO che stava lavorando alla realizzazione di un tratto di fognatura in un cantiere edile nella zona industriale della citta', e' stato travolto dall'improvviso cedimento del terreno. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco.
,

E' MORTO FRANCO MARAZZI,  FRANCO e' morto sul lavoro questa mattina nel centro di Modena, in via Ganaceto. L'uomo e' rimasto schiacciato sotto un pallet carico di rotoli di catrame. Secondo i primi accertamenti il pianale, tenuto sospeso da una gru, e' precipitato da un'altezza di circa trenta metri sul marciapiede che Marazzi stava percorrendo all'esterno del cantiere edile. Il muratore e' morto sul colpo.

lunedì 8 settembre 2008

E' MORTO GIOVANNI ANGELI. E' MORTO REMO VAIRAE' MORTO DOPO UNA CADUTA UN ARTIGIANO DI 29 ANNI A VAILATE CREMONA

E' MORTO GIOVANNI ANGELI. E' MORTO REMO VAIRA. Sono due cognati le vittime dell'incidente sul lavoro accaduto stamani intorno alle 8.30 a Ono San Pietro. Remo Vaira, 53 anni, abitava a Ono San Pietro, mentre Giovani Angeli, 64 anni, era di Capo di Ponte.  I due sono stati travolti dal crollo di un muro. La disgrazia e' accaduta in una cascina.

Della ricostruzione della dinamica della disgrazia si stanno occupando i carabinieri della Compagnia di Breno e della stazione di Capodiponte, intervenuti con i funzionari dell'Asl,
i sanitari del 118 e i vigili del fuoco.






















 MILANO, 8 SET -
E' MORTO UN ARTIGIANO DI 29 ANNI per un trauma cranico dopo una caduta accidentale di 3 metri da un lucernaio. L'incidente e' avvenuto mentre  stava lavorando in un cantiere edile a Vailate (Cremona). L'uomo, residente a Bagnolo Mella (Brescia), dopo la caduta e' stato immediatamente soccorso e portato in eliambulanza all'ospedale di Cremona, dove e' deceduto per un 'trauma da precipitazione'. La salma e' ora a disposizione dell'autorita' giudiziaria.

domenica 7 settembre 2008

E' MORTO GIOVANNI CABRAS OPERAIO FORESTALE DI BAUNEI DI NUORONNI

Calopresti e il film documentario  sulla Thyssen 
NEI MIEI QUARANT'ANNI DA METALMECCANICO NE HO VISTI A DECINE (CENTINAIA) DI QUESTI INTELLETTUALI CHE SPECULANO SULLE DISGRAZIE OPERAIE, CHE SE NE OCCUPANO SOLO QUANDO POSSONO BUTTARVICI SOPRA COME AVVOLTOI PER FARSI UN PO' DI PUBBLICITA'. CHE NON HANNO MAI SPESO UNA PAROLA SULL'OBLIO CULTURALE IN CUI IL MONDO DEL LAVORO E' STATO CACCIATO IN QUESTI ULTIMI VENT'ANNI, CHE SONO ACCORSI IN MASSA DAL "COMUNICATORE" . CHE HANNO LA SFACCIATAGGINE  DI CRITICARE IL SINDACATO, CHE AVRA' FATTO TANTISSIMI ERRORI, MA  CHE  HA SEMPRE DIFESO, NELL'INDIFFERENZA GENERALE I LAVORATORI. 


Basta con gli intellettuali

che si occupano dei lavoratori solo per girarci un film o un dibattito politico;  che speculano sulle urla disperate di un operaio che sta bruciando nonostante la madre si sia opposta: CHE  ORGANIZZANO DIBATTITI SULLA CLASSE OPERAIA SENZA MAI AVER VISTO UN OPERAIO VERO O SENZA MAI CHIAMARNE UNO CHE POSSA ESPRIMERE OPINIONI SULLE SUE CONDIZIONI.


PER PIACERE EVITATECI ANCORA I VOSTRI "INTERESSAMENTI" E SE VOLETE PROPRIO AIUTARCI RISPETTATE IL NOSTRO DOLORE E QUELLO DEI FAMIGLIARI DELLE VITTIME  CON IL SILENZIO.


E' MORTO GIOVANNI CABRAS OPERAIO FORESTALE  DI 40 ANNI. LA LOTTA AGLI INCENDI ha ucciso ancora. E' successo in Sardegna, in provincia di Nuoro, dove un'autobotte del servizio regionale antincendi impegnata nell'opera di spegnimento di un rogo, si è ribaltata. L'autista é riuscito a salvarsi, ma Giovanni Cabras, di 40 anni, di Baunei, operaio dell'Ente Foreste, è morto. Sul posto sono intervenuti i medici del 118,

NIENTE HANNO POTUTO FARE I MEZZI DI SOCCORSO GIOVANNI  è rimasto incastrato sotto il mezzo pesante

SONO GIA' 269 I MORTI SUL LAVORO DAL 1 GENNAIO 2008 AL 4 SETTEMBRE 2008

I MORTI SUL LAVORO DALL'INIZIO DELL'ANNO AD OGGI SONO 269

E' MORTO UN OPERAIO A ROMA. E' MORTO UN AGRICOLTORE SCHIACCIATO DAL TRATTORE KILLER AD ARSON. E' MORTO UN OPERAIO BRASILIANO A PACENGO DI LAZISE(VERON





ROMA 4 SETTEMBRE



E' MORTO UN OPERAIO  DI  di 38 ANNI A ROMA. F.S E' MORTO questa mattina mentre era impegnato in alcuni lavori di manutenzione negli uffici dell'esattoria comunale di via dei Normanni. L'OPERAIO è precipitato da una scala mentre stava riparando un quadro elettrico. Inutile l'intervento dei sanitari del 118, l'operaio
è infatti morto sul colpo.

E' MORTO UN AGRICOLTORE DI 78 ANNI  SCHIACCIATO DA UN TRATTORE Ad Arson di Feltre (Belluno) 

L'AGRICOLTORE UN OPERAIO BRASILIANOUN AGRICOLTORE stava percorrendo una strada boschiva quando il mezzo si è capovolto, schiacciandolo. Un elicottero, munito di verricello di 5 metri, si è portato sul posto, consentendo ad un medico e ad un tecnico del soccorso alpino di tentare, inutilmente, la rianimazione.

 VERONA 4 settembre
 E' MORTO UN OPERAIO BRASILIANO DI 38 ANNI A PACENGO comune di Lazise, provincia di Verona, sul lago di Garda. Tre operai, che stavano lavorando all'interno di un cantiere edile per la costruzione di un palazzo residenziale, sono rimasti schiacciati sotto un pannello di ferro di 600 chili. Una gru, secondo una prima ricostruzione dell'incidente, stava sollevando una piastra d'acciaio: la catena che la reggeva ha ceduto ed il pesante pannello è finito addosso ai tre operai. L'OPERAIO BRASILIANO DI 38 è morto sul colpo. 

giovedì 4 settembre 2008

L'ENNESIMA VITTIMA DEL TRATTORE KILLER SI CHIAMAVA PASQUALE PIRRERA A GIARDINA GALLOTTI AGRIGENTO, E' MORTO ENZO MARCANTONIO MURATORE A FONDI


2 SETTEMBRE


E' MORTO ENZO MARCANTONIO A 78 ANNI MURATORE IN PENSIONE.L’incidente è successo martedì sera, a Fondi, in provincia di Latina. ENZO è morto mentre si trovava al primo piano di una palazzina dove sono in corso i lavori di ristrutturazione della facciata: quando è stato caricato del materiale edile dal montacarichi, l'impalcatura è crollata.


E' MORTO PASQUALE PIRRERA A 78 ANNI nelle campagne di Agrigento, a Giardina Gallotti. La vittima aveva 78 anni faceva l’agricoltore ed è morto schiacciato dal suo trattore.

lunedì 1 settembre 2008

E' MORTO GIUSEPPE VIRGILLATO. E' MORTO FORTUNATO CALABRESE NELLA TRATTA CATANIA-PALERMO


CATANIA 1 settembre

E'MORTO GIUSEPPE VIRGILLATO DI 35 ANNI. E' MORTO FORTUNATO CALABRESE DI 58 ANNI.

GIUSEPPE E FORTUNATO operai delle Ferrovie sono morti in un incidente sul lavoro avvenuto sulla tratta Catania-Palermo, nei pressi della stazione di Motta Sant'Anastasia. Secondo i primi Giuseppe Fortunato Calabrese, di 58, indossavano le cuffie antirumore e non avrebbero sentito i fischi del treno regionale in arrivo che li ha travolti. Sull'episodio indaga la polizia ferroviaria del compartimento di Catania. Sul posto sono presenti anche carabinieri della compagnia di Paternò.Secondo i primi rilievi compiuti dagli investigatori, i due operai erano al lavoro sulla linea ferrata e utilizzavano dei martelletti a compressione. Per questo indossavano le cuffie anti rumore e non avrebbero sentito i fischi di avviso del treno che era in arrivo. Secondo quanto si e' appreso il macchinista si sarebbe accorto della presenza dei due operai sui binari e avrebbe attivato il freno di emergenza, ma senza riuscire ad evitare l'impatto. Virgillito e Calabrese, il primo originario di Motta S. Anastasia e il secondo di Catania, sono morti sul colpo. La Procura della Repubblica di Catania ha aperto un'inchiesta sull'accaduto coordinata dal procuratore aggiunto Vincenzo Serpotta e dal sostituto Danilo De Simone.
RAI2 TG2 INSIEME - Carlo Soricelli nella trasmissione di Marzia Roncacci

Carlo Soricelli intervistato dalla trasmissione num3ri su Rai2


Una poesia in memoria dei sette lavoratori della Thyssenkrupp
morti nel 2007 a Torino scritta due giorni questa tragedia

Il cuore rimasto in Fabbrica
anche adesso che ho raggiunto la pensione
Sognavamo il cielo ma da decenni è sempre più lontano
Il silenzio e la solitudine circondano la mia Fabbrica
e tutte le fabbriche d'Italia
La classe operaia non è più centrale
e il paradiso è diventato inferno
di fiamme di fuoco e d'olio bruciato
di operai sfiniti che fanno notizia solo quando diventano torce umane
Operai sfruttati come non è successo mai
Il silenzio e la solitudine circondano la mia Fabbrica
e tutte le fabbriche d'Italia
Anche il nostro bravo Presidente
urla instancabile le morti sul lavoro
ma anche le sue sono urla impotenti
Addio Compagni di fatica, di sogni e d'ideali
Bagnati dalle nostre lacrime riposate in pace.

Le verità scomode sulle morti per infortunio sul lavoro

Le verità scomode sulle morti per infortunio sul lavoro

Anche tu, indipendentemente dal lavoro che svolgi corri seri pericoli

1) Da quando il 1° gennaio 2008 è stato aperto l’Osservatorio Indipendente di Bologna le morti per infortunio sul lavoro non sono mai calate se si prendono in considerazione tutte le morti sul lavoro e non solo gli assicurati INAIL, istituto che monitora solo i propri assicurati

2) In base a questi presunti cali inesistenti e diffusi dalla stampa, dal potere politico e economico in Parlamento si sono fatte leggi per alleggerire le normative sulla sicurezza

3) Almeno un terzo dei morti sul lavoro sfuggono a qualsiasi statistica

4) In questi dieci anni sono morti per infortunio sul lavoro oltre 13.000 lavoratori se si prendono in considerazione tutti, comprensivi dei morti sulle strade e in itinere

5) Ogni anno oltre la metà dei morti sul lavoro sono sulle strade e in itinere (itinere significa mentre si va e si torna dal lavoro). La mancata conoscenza delle normative specifiche sull’itinere è spesso una trappola che impedisce il riconoscimento dell’infortunio, anche mortale e questo vale per tutti i lavoratori indipendentemente il lavoro che svolgono. Tutti si spostano da casa verso e al ritorno dal lavoro

6) Sui luoghi di lavoro in questi dieci anni sono morti oltre 7000 lavoratori (esclusi i morti sulle strade e in itinere)

7) Le donne muoiono relativamente poco sui luoghi di lavoro, ma tantissime perdono la vita in itinere. Sono dovute alla stanchezza per il doppio lavoro che svolgono tra casa e lavoro che ne riduce la prontezza dei riflessi

8) Oltre il 30% dei morti sui luoghi di lavoro ha più di 60 anni

9) La Legge Fornero ha fatto aumentare le morti sul lavoro tra gli ultra sessantenni che non hanno più i riflessi pronti e buona salute per svolgere lavori pericolosi.

10) Il jobs act che ha abolito di fatto l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori fa aumentare le morti sul lavoro per l’impossibilità di rifiutarsi di svolgere lavori pericolosi. Prova ne è che la stragrande maggioranza di chi muore per infortunio lavora in aziende che non hanno la copertura dell’articolo 18, di rappresentanza sindacale e di un responsabile della Sicurezza. L’articolo 18 abolito dal jobs acts recitava che non si può licenziare senza Giusta Causa e Giustificato Motivo.

11) Moltissime sono le morti tra artigiani e partite iva individuali e in nero e grigio.

12) E’ l’agricoltura la categoria più a rischio: mediamente supera ogni anno il 30% delle morti sui luoghi di lavoro di tutte le categorie e tra gli agricoltori

13) Un morto si cinque sui luoghi di lavoro ogni anno è provocato dal trattore, ne sono morti in questi dieci anni almeno 1000 mentre guidavano questo mezzo, oltre 400 sono i morti accertati dall’Osservatorio provocati dal ribaltamento del trattore in questi ultimi tre anni.

14) L’edilizia ha mediamente il 20% di tutte le morti sui luoghi di lavoro. Le cadute dall’alto sono un’autentica piaga in questa categorie. In tanti muoiono lavorando in nero in edilizia e in aziende del subappalto.

15) In questi dieci anni non si è fatto niente per arginare questa piaga, il Parlamento ha ignorato le morti di tanti lavoratori e questo per il semplice fatto che il lavoro dipendente e gli artigiani non hanno nessuna rappresentanza di fatto nelle due Camere.

16) Se non vuoi morire lavorando occupati in prima persona della tua sicurezza personale e rifiutati di svolgere lavori pericolosi e denuncia chi ti obbliga a farlo, e se non ne hai la forza di opporti lascia una memoria scritta ai tuoi familiari che potranno un domani denunciare queste autentiche violenze.

Nessuno&scomparso

Ogni anno circa il 30-40% delle denunce delle morti sul lavoro pervenute all’INAIL non vengono riconosciute come tali. Molte altre morti per infortunio sulle strade e in itinere di lavoratori non assicurati a questo istituto non sono considerate da nessuno. Artigiani e tutti i lavoratori con partite iva individuali, agenti di commercio, molti agricoltori schiacciati dal trattore non dipendenti, poliziotti, carabinieri, vigili del fuoco, soldati, ecc. Lavoratori in nero. Lavoratori che non hanno neppure “l’onore” di essere considerati come tali, "morti sul lavoro". Vignette di "Nessuno&scomparso" nel sito http//metalmeccanico.blogspot.it

http://omaggioaimortiusullavoro.blogspot.it/ "FIORI RECISI" Questo blog è dedicato ai familiari dei

http://omaggioaimortiusullavoro.blogspot.it/ "FIORI RECISI" Questo blog è dedicato ai familiari dei
http://omaggioaimortiusullavoro.blogspot.it/ "FIORI RECISI" Questo blog è dedicato ai familiari dei morti sul lavoro conosciuti in questi anni. Sono vasi di fiori dedicati e firmati col nome della vittima. Ci sono anche pagine dei loro cari che parlano del loro "fiore reciso". Consiglio a tutti di visitare il sito per leggere quello che scrivono i familiari delle vittime. per visitare il sito cliccare sull'immagine.